SCUOLA DI

DECORAZIONE

OBIETTIVI FORMATIVI

Il settore disciplinare è orientato alla ricerca ed alla sperimentazione finalizzata alla creazione di forme libere relazionate agli sviluppi contemporanei del linguaggio decorativo, plastico e formale.

Il termine decorazione indica la realizzazione di un’opera, in un contesto architettonico o urbano specifico. Si tratta, più propriamente, di realizzazioni artistiche che comportano l’integrazione tra molteplici tecniche e metodologie, che attraverso l’impiego di materiali diversi, consentono la realizzazione dello specifico progetto. Pertanto, a partire dai bozzetti che conducono alla redazione del progetto ed applicando le specifiche competenze acquisite durante le lezioni, il discente avrà modo di sperimentare e successivamente realizzare, opere artistiche, che dovranno essere inserite nel contesto architettonico/urbanistico previsto.
In particolare, la frequenza della Scuola di Decorazione, consentirà:

• l’acquisizione degli elementi base per la realizzazione di un progetto decorativo, da inserire nel contesto concreto;

• l’uso di strumenti espressivi sia tradizionali che innovativi;

• capacità di integrazione di diversi linguaggi, pittorici, plastici ed ornamentali in genere;

• conoscenza di moderni hardware informatici per l’acquisizione e modellazione in 3D.

OPPORTUNITÀ PROFESSIONALI

L’indirizzo di Decorazione si pone l’obiettivo di formare figure professionali polifunzionali in grado di esercitare competenze in diversi campi. Figure professionali che sono molto ricercate da architetti, scenografi e designer.

Decoratore d'interni
Creatore di percorsi ispirazionali, opere e installazioni per la valorizzazione del patrimonio ambientale, paesaggistico e dei beni culturali
Coordinatore di eventi artistici nell'ambito della promozione del turismo culturale
COORDINATORE DI SCUOLA

FRANCESCO FINOTTI

Nella Scuola di Decorazione, tutti i docenti sono impegnati nel tentativo di creare numerose opportunità agli studenti del corso. Riteniamo molto importante che alla fondamentale attività laboratoriale, si cerchi di far crescere una coscienza/curiosità per il mondo che si trova al di fuori delle quattro mura dell’aula. Se a stimolare lo studente non bastassero il concatenarsi di tanti corsi accademici utili alla formazione, è nostro compito spingerli ulteriormente a confrontarsi con progetti che li mettano in relazione fin da subito con il mondo del lavoro.

VISUAL STORIES

ESECUZIONI

Martina Schiariti – Per un centesimo
L’opera nasce prestando particolare attenzione

Giulia Pietropaolo – La Scatola Magica
Opera rivolta, soprattutto, al fruitore maschile.

Marianna D’Amico – Happy Shit
In questa opera ho voluto rappresentare

Marianna D’Amico – Plastica ornamentale quotidiana
Con questo progetto ho voluto focalizzarmi

Sharon Stilo – Sopra i riflettori
Facendomi ritrarre ho dato modo

Martina Versace – Scambiatevi un gesto di pace
La prima immagine che ci appare sentendo pronunciare

 

LA PLASTICA NELL'ARTE

Sharon Stilo
Da un pò di tempo a questa parte anche i rifiuti plastici compongono le opere d’arte, lasciando spesso messaggi riguardo le condizioni ambientali.

PIANI DI STUDIO DECORAZIONE